ASSOCIAZIONE PER LA DIFESA
DEI DIRITTI DEI DISABILI

Comunicati Magazine online Consulenza Sedi locali Quesiti
News Download Leggi Contattaci FAQ ricorrenti

 

Accesso internet

 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con i requisiti tecnici

Agosto 2005

Cominciano a cadere le "barriere digitali" per l'accessibilità agli strumenti informatici da parte dei disabili. E' stato infatti pubblicato, nella  Gazzetta Ufficiale, il decreto predisposto dal Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie, con i requisiti tecnici ed i diversi livelli di accesso, che dà attuazione alla specifica legge.
Su iniziativa dello stesso Ministro e recependo anche diverse iniziative parlamentari, alla fine del 2003 le Camere avevano approvato all'unanimità le disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici, legge 9 gennaio 2004 n. 4, meglio nota come "Legge Stanca".

Nel nostro Paese i diversamente abili sono circa 3 milioni di persone, oltre il 5% della popolazione.

"Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei requisiti tecnici si è posto l'ultimo definitivo tassello normativo all'adeguamento disposto per l'abbattimento delle barriere digitali per i diversamente abili", ha detto il ministro Stanca ricordando che "il nostro Paese è tra i primi al mondo a dotarsi di queste misure. Ora spetta alle amministrazioni pubbliche l'impegno ad adeguare entro un anno i loro siti.

Il Ministro ha sottolineato che "i disabili rappresentano una rilevante componente della nostra società che deve trovare piena cittadinanza grazie anche alle politiche basate sulle tecnologie dell'informazione. Se partiamo dal presupposto che è importante far muovere le idee e le informazioni, non le persone, si comprende come sia fondamentale per i disabili poter accedere alla Rete e agli strumenti informatici".

In particolare, il decreto dispone in modo dettagliato i requisiti che debbono avere i siti internet e gli strumenti informatici (pc, ambiente operativo, applicazioni, etc.) per facilitare il loro utilizzo da parte dei disabili.. A queste disposizioni possono uniformarsi anche i privati. Per facilitare il riconoscimento dell'adeguamento è stato previsto un apposito logo, una sorta "bollino blu di conformità", con una serie di asterischi che contraddistinguono il diverso livello di qualità del servizio. I privati che intendono aderire alla certificazione di qualità dovranno registrarsi presso il CNIPA-Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione.

Testo del decreto del Ministro per l'Innovazione Tecnologia ( 150 KB)

Fonte Ministero per l'Innovazione Tecnologica
 

 

 

[Torna alla home page]

 
 

Copyright © Telefono Blu Sos consumatori 2002-2005

website statistics