ASSOCIAZIONE PER LA DIFESA
DEI DIRITTI DEI DISABILI

Comunicati Magazine online Consulenza Sedi locali Quesiti
News Download Leggi Contattaci FAQ ricorrenti

 

FAQ ricorrenti

 

  • DOMANDA. Mia mamma è portatrice di un handicap grave, riconosciuto dalla legge 104/92, ma non è in grado di guidare (e possiede una patente scaduta). Per cui mi chiedevo se era possibile comunque fruire delle agevolazioni per l'acquisto dell'auto, intestando il veicolo a lei. Il nucleo familiare è composto da me (figlio) e mia madre, che non è fiscalmente a carico, ha reddito di mantenimento superiore a 3,000 Euro, per cui non potrei credo, intestare la macchina a me. Potete dirmi se e come posso in qualche modo ottenere le agevolazioni?
    RISPOSTA. Egregio, in ogni caso le agevolazioni sono per Sua madre e NON per Lei. Il fatto che Sua madre abbia la patente scaduta è insignificante, avrebbe potuto anche non averla proprio. La legge 104 consente ai portatori di handicap di potere acquistare la macchina al 4% di IVA e NON pagare il Bollo per quattro anni successivi. Così, ulteriormente, la macchina acquistata con la legge 104 non può essere compravenduta prima di 4 anni al fine di non perdere i benefici fiscali che, tradotto, significa che se la vende prima deve pagare l'IVA del 16% non corrisposta. Ciò premesso, Lei può usufruire della macchina di Sua madre anche per gli usi personali. EVITI , pure potendo, parcheggiare la stessa autovettura per Suoi scopi personali in parcheggi appositamente adibiti agli invalidi quando non è Sua madre a doverne beneficiare. Altresì eviti lo stesso di transitare sulle corsie preferenziali di taxi ed autobus ed entrare in Centro per scopi Suoi personali. Questo vorrebbe dire scarso senso di civiltà ed un'estensione di un "privilegio" che in realtà per chi ha un handicap "privilegio" non lo è affatto. In ogni caso, basta recarsi da un rivenditore di macchine perchè la informino dei documenti da dovere presentare ai fini di questa tipologia di acquisto.

  • DOMANDA. Mio padre e' disabile e pertanto usufruisce delle agevolazioni della legge 104/92. Nell'agosto del 2003, mia madre ha acquistato un'autovettura usufruendo dell'agevolazione fiscale. Ora invece sono io a voler acquistare un'autovettura con l'agevolazione suddetta. Però i 4 anni scadono ad agosto. Un concessionario mi ha detto che posso fare il contratto dell'auto anche subito (solo per prenotarla) per poi immatricolarla almeno 4 anni e un giorno successivi alla data d'immatricolazione dell'altra vettura, un secondo concessionario, invece, mi diceva che "la stipula" del contratto, va effettuta 4 anni e un giorno dopo l'immatricolazione dell'altra vettura? Chi ha ragione? Grazie
    RISPOSTA. Il compromesso di acquisto può essere fatto anche prima dei 4 anni. Ciò che conta è l'immatricolazione che deve essere successiva alla scadenza dei 4 anni

  • DOMANDA. Ho acquistato un auto con l'iva al 4%,intestata al disabile in situazione di gravita', che e' mia madre, che non e' fiscalmente a mio carico. Volevo sapere quando e' possibile fare il passaggio di proprietà' per intestarla a me, e sapere tutte le varie penali a cui potrei andare incontro, oppure a tutti i benefit che si dovrebbero perdere. Grazie.
    RISPOSTA. L'auto può essere ceduta anche prima dei 4 anni senza penali a condizione che l' avere diritto in questo caso la madre non ne acquisti altre prima dei 4 anni. E' inoltre possibile fare una contestazione a suo nome per conservare il diritto dell'esenzione della tassa di circolazo

  • DOMANDA. Ho una figlia disabile al 100% e riconosciuta grave in base alla legge 104, io sono un dipendente di un istituto di Credito con base lavorativa a Roma, mia moglie è casalinga, abitiamo a Genazzano in provincia di Roma, a differenza della mia famiglia, la mia residenza è in provincia di Rieti, ma convivo con loro a Genazzano. Può la mia Direzione trasferirmi d'ufficio ad altra sede, anche se molto più vicina alla mia abitazione, nonostante, per vari motivi, io abbia rifiutato? Nel caso probabile che ciò avvenga come posso tutelarmi e quale azione legale posso intraprendere?
    RISPOSTA. Purtroppo nessuno può esserle di aiuto, un'azienda può per sua necessità spostare un impiegato da una filiale ad un'altra soprattutto, nel suo caso è stato avvicinato al luogo di abitazione. Può tentare a contattare il suo sindacato.

  • DOMANDA. Vorrei sapere gentilmente se posso usufruire della detrazione del 19% per l'acquisto dell'auto avendo un bambino che è ammesso all'agevolazione ma l'auto è intestata a mia moglie che è comunque a mio carico e facciamo parte dello stesso stato di famiglia. Tengo a sottolineare che il caf della mia città dice che non posso usufruirne perché l'auto doveva essere intestata a me.
    RISPOSTA. Purtroppo il bambino è a carico suo e quindi soltanto chi ha a carico il disabile e presenta la dichiarazione dei reddito può usufruire della detrazione irpef del 19%.

  • DOMANDA. Essendo invalido civile all'86% e portatore di protesi acustica, gradirei sapere se dopo un certo numero di anni (mi hanno detto cinque) dal primo apparecchio posso richiederne un altro o beneficiare di un concorso Asl per l'acquisto di un altro apparecchio più consono alle mie peggiorate condizioni uditive. Mi farebbe piacere conoscere anche l'eventuale misura in euro dell'intervento Asl. Grazie.
    RISPOSTA. La protesi può essere sostituita ogni 5 anni, l'asl rimborsa mediamente 1500,00 euro che variano da regione a regione, per l'acquisto della protesi fuori prontuario occorre la richiesta specifica dell'otorino dell'asl.

  • DOMANDA. Mia moglie è titolare di legge 104/92. Non abbiamo Figli, siamo solo noi due nell'ambito del nostro nucleo familiare. Lei lavora come insegnante a tempo determinato. Volevo sapere se potevo usufruire del congedo di due anni ai sensi della legge 104/92.
    RISPOSTA. Purtroppo le circolari INPS n° 138/2001 e 64/2001 prevedono la possibilità del congedo soltanto per figli minorenni o maggiorenni disabili o per fratelli e sorelle disabili.

  • DOMANDA. Vorrei sapere gentilmente se posso usufruire della detrazione del 19% per l'acquisto dell'auto avendo un bambino che è ammesso all'agevolazione ma l'auto è intestata a mia moglie che è comunque a mio carico e facciamo parte dello stesso stato di famiglia. tengo a sottolineare che il caf della mia città dice che non posso usufruirne perchè l'auto doveva essere intestata a me.
    RISPOSTA. Purtroppo il bambino è a carico suo e quindi soltanto chi ha a carico il disabile e presenta la dichiarazione dei reddito può usufruire della detrazione irpef del 19%.

  • DOMANDA. Sono stato dichiarato invalido circa 4 anni fa per un grave incidente stradale e mi hanno dato una disabilita' del 74%. Vorrei sapere se mi spetta l'esenzione del bolo auto. La mia auto non ha alcun adattamento è una normalissima auto.
    RISPOSTA. Per avere l'esenzione del bollo deve avere problemi motori e l'auto con adattamenti per sopperire a questo handicap, con la sua invalidità e con il 74% non è possibile.

  • DOMANDA. Ho un bambino down di 8 anni e vorrei sapere se necessariamente per usufruire dell'esenzione del pagamento del bollo auto il veicolo deve essere intestato a chi ha a carico fiscalmente il bambino, nel mio caso il veicolo e' intestato a me (madre) ma fiscalmente il bambino e' a carico di mio marito.

  • RISPOSTA. La macchina dev'essere intestata a chi il bambino e' fiscalmente affidato. Valuti l'opportunità e i costi per effettuare il passaggio di proprieta'.

[Torna alla home page]

 
 

Copyright © Telefono Blu Sos consumatori 2002-2005

website statistics